Genesi del progetto originario

  • 1996: Nasce l’Associazione “Milano Biblioteca del 2000” con lo scopo di promuovere la costruzione della Biblioteca Europea di Milano.
  • 2000: Il Consiglio Comunale del Comune di Milano delibera in merito alla individuazione dell’area in cui verrà realizzata la Biblioteca. L'ex scalo ferroviario di Porta Vittoria, già di proprietà delle Ferrovie dello Stato, viene assegnato con provvedimento rientrante nel contesto della Procedura di Riqualificazione Urbana e di Sviluppo Sostenibile del Territorio (PRUSST). Il Ministro dei LL.PP. con proprio decreto nel quadro dei progetti PRUSST riconosce finanziamenti destinati alla redazione del progetto definitivo della Biblioteca.
  • 2001: Sottoscritto l’Accordo di Programma tra Ministero per i Beni e le Attività Culturali, la Regione Lombardia, il Comune di Milano, la Provincia di Milano, l’Università degli Studi di Milano e il Politecnico di Milano per la realizzazione dello Studio di fattibilità della “Grande Biblioteca di Milano – BEIC”.
  • 2002: Bandito un concorso internazionale dal Comune di Milano per la individuazione del progettista da incaricare della redazione del progetto. Vincitore risulta il progetto firmato dalla ATI BEIC Milano composta da Bolles+Wilson GmbH & Co. KG (Capogruppo), Alterstudio Partners s.r.l. e AHW Ingenieurgesellschaft mbH Degenhardt GmbH.
  • 2003: Il Ministero dei Beni culturali, il Comune di Milano, la Regione Lombardia, il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, l’Università degli Studi di Milano, il Politecnico di Milano, l’Istituto Lombardo Accademia di Scienze e Lettere e l’Associazione “Milano Biblioteca del 2000” danno vita alla “Fondazione Biblioteca Europea di Informazione e di Cultura - Beic”, riconosciuta dalla Prefettura di Milano nel febbraio 2004. La Fondazione BEIC è stata istituita con lo scopo di promuovere, formare e diffondere espressioni della cultura e dell'arte, perseguendo finalità di istruzione ed educazione attraverso la realizzazione e la gestione della “Biblioteca Europea di Informazione e Cultura”.
  • 2005 - 2008: Approvazione dei progetti preliminare, definitivo ed esecutivo redatti dal vincitore del Concorso internazionale di progettazione.
  • 2006: Sottoscritto il Protocollo di intesa tra il MIUR, il MBAC, il Ministero delle Infrastrutture e il Ministero dell’Innovazione che prevede l’impegno delle istituzioni coinvolte ad assicurare la realizzazione del Progetto BEIC.
  • 2007: Il Consiglio Comunale del Comune di Milano conferma, con propria delibera il conferimento alla Fondazione Beic di un diritto di superficie e di diritti volumetrici per la realizzazione della Biblioteca Europea di Informazione e Cultura, su aree entrambe ricomprese nel perimetro del “P.I.I. relativo alle aree dello scalo ferroviario dismesso di Porta Vittoria”.
  • 2009: Il Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici, riunito in Assemblea, ha espresso parere favorevole all’unanimità al progetto per la realizzazione della Biblioteca Europea di Informazione e Cultura.
  • 2010: La BEIC è inserita nell’elenco del CIPE delle infrastrutture da realizzare.
  • 2011: Il progetto esecutivo è validato dal Politecnico di Milano.
Numerose sono state le personalità della cultura e dell'economia che nel corso degli anni hanno espresso un giudizio altamente positivo sul progetto della BEIC.  Ecco alcune delle loro testimonianze.